lunedì 20 aprile 2015

Maratona Alpina di Val Della Torre (To) 19 Aprile 2015

                                                            foto OrcoNino

Foto Maratona Alpina Val della Torre 2015
Classifica Maratona Alpina di Val della Torre 2015
Sito Maratona Alpina di ValdellaTorre

Edizione 2014
Edizione 2013
Edizione 2012
Edizione 2011
Edizione 2010
Edizione 2009
Edizione 2008

Dal racconto dell'OgreDoctor
Ben dodici atleti degli Orchi Trailers (11 sulla gara lunga e 1 sulla distanza corta) hanno preso parte alla Maratona Alpina di Val della Torre, edizione 2015. Mancava il nostro presidente, impegnato al corso FIDAL.
Sei atleti hanno fermato il cronometro sotto le 6 ore 30 minuti, 3 sono andati sotto le 6 ore. 5 atleti nelle prime venti posizioni. Il miglior risultato di sempre, premiato anche dal riconoscimento come squadra più numerosa. Ottimo l'esordio del nuovo Orco, Grisot Claudio, autore di una prestazione maiuscola.
La gara è stata vinta da Fornoni Daniele, atleta di casa del Team Tecnica, con un tempo impressionante: 4:40:06, seguito a 20" da Gazzola Marco (Salomon Suunto Svizzera).
Sul terzo gradino del podio, sempre sotto le 5 ore (4:47:14) Pongelli Giorgio.
Per le donne vince Kuzminska Kataryna con il tempo di 6:14:45, seguita da Plavan Marina (6:31:43) e Borgna Irene (6:50:04).
Buona, nel complesso, la partecipazione con circa 150 atleti sulle due distanze.
                                                    foto Bruno Gamarra

La Maratona Alpina non si smentisce mai. E' una gara ostica, tecnica, che può, trasformarsi in un inferno se le condizioni meteo mutano in peggio, come nel 2012. Ieri abbiamo trovato di tutto sul percorso, acqua, neve e fango fino al polpaccio nel tratto finale, tornato all'originale, "la palude" per capirci, termine che rende assolutamente l'idea!
E poi c'è sempre il tratto dal Monte Curto al Musinè, vera chiave di volta della gara. Un pezzo difficile da interpretare, dove bisogna essere non troppo stanchi per osare di più e cercare di essere veloci in mezzo a quel mare di pietre, senza farsi troppo male. Qualche botta di troppo ieri l'ho rimediata, ma niente di grave...
Obiettivo centrato, dunque, stare sotto le 6 ore e 30 e con un buon margine, nonostante qualche manciata di minuti buttata via, alla ricerca della traccia coperta della neve, sulla discesa alla Madonna della Bassa.
Scendendo dal Musinè supero anche la prima donna, che però mi passa, inerosabilmente sul tratto in piano dall'ultimo ristoro all'arrivo. Come sul tratto finale che porta al Colle del Lys anche su questa parte del percorso pago qualcosa...che debba dedicarmi un po' di più alla corsa sul tetro e grigio asfalto?!
Ci tocca, purtroppo, vista la scelta di correre il Passatore!
Un grazie a tutti i volontari sul percorso, che nonostante la giornata non proprio calda, ci hanno coccolato e nutrito! Grazie anche al tifo degli amici Orchi e non al Colle della Portia!
W gli Orchi!




Nessun commento:

Posta un commento